I Genitori Contro lo Stato, in Usurocrazia – Seconda Parte

La lunga premessa nella prima parte di questo articolo era necessaria a dimostrare in modo più chiaro l’assurda quanto reale affermazione del sig. Camon: che cosa possono contare i genitori, in uno Stato dove vige l’USUROCRAZIA? I bambini, come i loro genitori, devono capire che bisogna solo obbedire allo Stato, le critiche sono le benvenute, ma lo Stato ha sempre ragione, non avete ascoltato la televisione e i dottori che sono ammessi a comparire nel grande schermo?

Approfondendo meglio il concetto, lo Stato è uno strumento creato dall’uomo per servire tutta la collettività, ma, essendo nato senza la sovranità più importante, questo strumento a cosa e chi serve realmente? A pensar male, potrebbe servire a chi ha il potere di emettere la moneta per indebitare lo “strumento Stato” che la prende in prestito ad interesse, per poi imporre le imposte sulla popolazione che con sudore e fatica crea beni e servizi reali col proprio lavoro. Le scoperte del prof. Auriti andavano quindi ben oltre lo stretto studio della moneta e portavano alla tesi dello Stato dipinto come un “fantasma giuridico”, ossia una specie di pupazzo senza umanità che rappresentando i cittadini assume per essi obblighi e doveri. Nelle sue opere, alle quali rimandiamo, viene dimostrato come lo Stato viene strumentalizzato da chi, avendo il potere di creazione del denaro, influenza in modo determinante la classe politica dirigente, servendosi di conseguenza dei cittadini-sudditi, costretti a versare imposte e tasse per ripagare, in larghissima parte, il debito pubblico ed interessi non dovuti. Chi ha a disposizione tutto il denaro che vuole comanda il mondo, ma in ultima analisi cosa se ne fa della moneta che non si mangia né si gode di per sé, ma è solamente uno strumento? Approfondendo meglio lo studio, è opportuno per il sistema bancario differenziare le proprie attività per ottenere la VERA RICCHEZZA, cioè beni reali, potere ed altri obiettivi, che non sono di certo la cartaccia o i numerini sullo schermo che può creare in quantità illimitata ed arbitraria.

Un modo per investire il denaro è anche il mercato di beni e servizi reali: della struttura della società multinazionale ne parlò ampiamente il prof. Auriti (1) descrivendola come espressione delle Banche Centrali: è l’evidenza dello strapotere in campo economico di un’azienda che sul mercato può contare su tutto il denaro che occorre per riuscire a sbaragliare la concorrenza. Non a caso i maggiori soci azionisti delle multinazionali sono banche o fondi d’investimento, prendiamo ad esempio la GlaxoSmithkline: https://it.finance.yahoo.com/quote/GSK/holders/

Se i concorrenti non chiudono, vengono assorbiti e si crea un monopolio in cui operano solo loro: le società multinazionali. E torniamo alla politica e alla sua funzione in uno Stato usurocratico, in cui si alimenta la truffa monetaria in base alla quale ci tassano follemente e si creano le Leggi, certamente funzionali: ma a chi?

Gli scandali di corruzione della classe politica del “nostro” Stato non sono certo una novità; è quindi ragionevole conseguenza dubitare delle buone intenzioni del sig. Raniero Guerra, membro del cda della fondazione SmithKline, che ha per socio fondatore e maggior finanziatore la GlaxoSmithKline SPA, produttore di vaccini. (2)

Mi ha davvero sorpreso che questo signore con evidenti conflitti d’interesse si permetta di firmare i provvedimenti del decreto vaccini, poi trasformato in Legge, ma ancora più stupefacente è constatare il comportamento degli organi di informazione pubblici e privati. Migliaia di persone scese in piazza a manifestare per la libertà di scelta terapeutica sono state ignorate, mentre sono state rilanciate notizie false, spacciate per vere, sulle quali si basa il decreto sui vaccini (vedi la millantata emergenza di morbillo e meningite (3, 4)). Infine la mia opinione personale, rafforzata ogni giorno dai telegiornali, è che i media sempre più spesso etichettano e distorcono l’informazione di chi non è allineato col Sistema muovendo nella direzione voluta l’opinione pubblica. Perché questo comportamento? Si possono dare mille giustificazioni, ma è un fatto incontestabile che il denaro in questa società proviene sempre dalla stessa sorgente: il sistema bancario inteso nella sua complessità, che è privato ed agisce nella sua attività di creazione del denaro in maniera assolutamente autonoma. Uno spunto di riflessione ci fu dato da Tina Anselmi, nella cui relazione alla Loggia P2 parlò di “piramide rovesciata” (5), documento che fu d’ispirazione anche al professore di Guardiagrele nella sua infaticabile ricerca della Verità. Conoscere l’abc sulla moneta ci porterebbe fuori da questa enorme matrix, che alimenta oltre le guerre anche la nostra avidità. Per chi opera ai piani alti di questa triste società il nostro egoismo e la nostra ignoranza sono le risorse principali. La sovranità monetaria delegata ad un sistema che sfrutta i popoli è la centrale che dà energia a quasi tutti i problemi che viviamo: il cibo spazzatura ed OGM, le scie chimiche con i disastri ambientali e la siccità degli ultimi anni, il disastro della nostra agricoltura, inceneritori che spuntano come funghi, le privatizzazioni indiscriminate che a breve riguarderanno anche l’acqua, le guerre che alimentiamo con le missioni di pace e la produzione di armi, una medicina al servizio delle multinazionali e non della gente, l’immigrazione selvaggia, il calo demografico, i ritmi di vita vertiginosi che sopportiamo, energie rinnovabili snobbate a favore del petrolio. Qui mi fermo ma la lista è ancora lunga.

Iniziare ad avere rispetto della Vita, partendo dalle nostre incoerenze, è il primo passo verso la consapevolezza necessaria a salvare non solo l’Italia, ma il mondo intero. Questa attitudine ci abituerà a riconoscere ed ad impedire che le modalità distorte di pensare al “bene dello Stato e dei cittadini”, come è ad esempio la recente Legge sull’obbligo vaccinale, mettano a repentaglio la vita delle nuove generazioni, innanzitutto. Riprendiamoci il Pianeta è impegnata in una serie di Progetti tutti concatenati tra di loro per sostenere la Vita in ogni sua manifestazione. Chi vuole può collaborare, segnalandoci ad esempio il Sindaco del proprio Comune, autorità sanitaria e di pubblica sicurezza locale (art. 32 della legge n. 833/1978), come una persona sensibile ed attenta al bene dei suoi concittadini. Stiamo infatti valutando di coinvolgere i sindaci sulla questione vaccini, inoltre stiamo proponendo loro, di concerto con l’ass. Sete di Giustizia, l’emissione di un Buono comunale di Agevolazione Reddituale (6) che vada a sostenere inizialmente le famiglie meno agiate, per poi essere uno strumento che sostenga tutti i cittadini e le imprese del territorio. Bisogna a questo punto ringraziare che il marcio venga a galla, che ce lo sbattano sul muso attraverso giornali e televisione sempre più spudoratamente sì da destare anche la coscienza più sedentaria, perché solo così prenderemo atto più velocemente della grave situazione in cui ci troviamo.

Riprenderemo in mano la nostra vita e lo Stato, che un giorno sarà davvero uno strumento al servizio dell’essere umano e non creato per la sua schiavitù, com’è oggi.

Articolo di: Fabio Servidei per Commissione RIP Economia, Commissione RIP Salute

Fonti:

(1) Youtube – Le multinazionali – conferenza di Giacinto Auriti (audio)

(2) Blog Disquisendo – Vaccini: Le influenze della Glaxo Smith Kline sul decreto ASSASSINO Lorenzin!

(3) Gazzetta di Mantova – Gaetti: “Emergenza morbillo? No, meno casi che nel 2008”

(4) Lettera43.it – Meningite, una “falsa emergenza” spiegata in infografiche

(5) Cronologia.Leonardo.it – Anno 1981, Mese di Marzo

(6) QuiEuropa.it – Il BAR: un buono al servizio del bene comune

 

Autore: and
 

Tags: , , ,