Trasferiamoci su Marte, mi sembra meglio…

tramonto-virtuale-pechino ChinaFotoPress

Fonte China Foto Press

Credo che non ci sia limite alla follia umana. Inoltre i nostri corpi fisici dimostrano una capacità di adattamento incredibile, pari solo alla nostra stupidità. A Pechino, secondo questa foto diffusa dalla China Foto Press, visto il livello dell’inquinamento atmosferico, che impedisce oramai di vedere il cielo, è stato installato questo maxi-schermo, che riproduce virtualmente il tramonto. A nessuno però viene in mente di fermare la follia che ha portato a questa condizione. Recentemente, fonti sanitarie cinesi, hanno comunicato che a Pechino è stata superata la soglia dei 700 microgrammi per metro cubico di polveri 2,5, superiore di trenta volte alla soglia considerata accettabile dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Pechino, di fatto, è stata dichiarata luogo inadatto alla vita umana. Il problema è che ci vivono circa 21 milioni di persone…

Dove vivo io, Modena, pianura padana, abbiamo guadagnato il 5° posto come zona più inquinata del mondo. Oltre al ‘normaleinquinamento ambientale, da qualche anno a questa parte si sono infittite, fino al delirio, le scie chimiche rilasciate da aerei di ogni tipo, militari e civili. Ho personalmente raccolto e fatto analizzare una discreta quantità di campioni di materiali di ricaduta, e non c’è da stare tanto allegri. Dai polimeri sintetici bio-integrabili, ai batteri della polmonite trovati nell’acqua piovana a Modena, al calcio rilevato in decine di mineralogrammi del capello, all’alluminio sempre più presente nel terreno, abbiamo la scelta delle sostanze con le quali curare il nostro stato di salute, però tutto è tranquillo, per l’ARPA va tutto bene, e la vita scorre placidamente, senza che nessuno si assuma la responsabilità di fare qualcosa per cambiare la situazione.

I pochi che si azzardano a denunciare le condizioni che dobbiamo subire, grazie ai patti scellerati stipulati con la NATO, sono derisi, tacciati di complottismo, dai media conniventi, che cercano di screditare in ogni modo gli attivisti, com’è stato nel caso della recente Manifestazione Nazionale contro le Scie Chimiche, tenutasi a Modena il 21 dicembre 2013 http://www.youtube.com/watch?v=3eCtEyfFrcE. E questo ci sta, visto che il mestiere di giornalista oggi, è paragonabile a quello dell’antico giullare di corte, che aveva il compito di allietare il suo signore con le storie da lui preferite. Quello che non ci sta è l’acquiscenza e il disinteresse di una popolazione, che è vero che viene tenuta ‘dormiente’ appositamente, ma dovrebbe esserci un limite a tutto.

La prima cosa che faccio quando accendo il computer, è di visitare la pagina della NASA Astronomy Picture of the Day, per bearmi per un minuto delle bellezze della volta celeste. Stamattina sono incappato in una foto di un tramonto marziano, e mi è venuta da paragonarla con gli ormai usuali tramonti chimici a cui assistiamo in Italia, grazie alle irrorazioni clandestine a cui siamo sottoposti, e a una foto di piazza Tienanmen a Pechino. Bé, sono sincero, il cielo marziano almeno si presenta più uniforme, e allora, invece che stare tanto a sbatterci in lotte dall’esito incerto, perché non ci trasferiamo direttamente su Marte? Ci metteremo un po’ no, prima di ridurlo come la Terra?

Autore:
 

Tags: , , , , , , , , ,