Vaccini, Decreto Lorenzin: perché sono contrario

La mia posizione sulle vaccinazioni è nota ma penso sia utile riassumerla sinteticamente:

non sono contrario alle vaccinazioni in se in quanto sarebbe stupido prima che sbagliato così come essere contrari agli antibiotici o alla chirurgia …

sono contrario a qualunque obbligo in medicina perché la tutela della salute avviene soltanto con la conoscenza di ciò che si fa e la partecipazione di chi la fa.

Solo in situazioni di assoluta emergenza (esempio una epidemia grave in atto) è giustificata una legge impositiva che comunque deve essere temporanea.

In particolare sono contrario al decreto Lorenzin perché:

  • allarga l’obbligo da 4 a 12 vaccinazioni senza alcuna giustificazione e urgenza.
  • Non è in atto alcuna epidemia che comporti pericoli di sorta
  • Crea gravissimi problemi organizzativi sanitari scolastici e spaventa centinaia di migliaia di genitori
  • Non informa la popolazione in modo da ottenere una corretta partecipazione

Questo decreto conferma che il ministro ed il governo unitamente a parte della classe medica hanno perso ogni autorevolezza e quindi ricorrono all’autoritarismo ed alla repressione.

Da quasi vent’anni dalla sostanziale riduzione dell’obbligo vaccinale in Italia non ci sono state epidemie per alcuna delle patologie infettive esistenti per le quali si impone l’obbligo.

Si rischia invece un’epidemia di danni da vaccinazione che non sarà più possibile tentare di nascondere come è avvenuto sino ad oggi.

Gli unici ad avvantaggiarsi per questa situazioni saranno le multinazionali del farmaco ed una marginale frazione del sistema sanitario.

Attraverso il decreto, infine, il Governo insiste sul problema di ipotetici rischi per la salute causati dalle malattie infettive, peraltro non documentati, mentre non affronta le reali gigantesche epidemie, con milioni di morti, provocate dalle malattie degenerative legate all’inquinamento, alle patologie ambientali e agli scorretti stili di vita imposti dalle industrie e dai mass media.

 

 

Tags: , , , , , , ,