Politica

  29 attivisti No Muos cacciati da Niscemi

no muos

Il Gip di Gela ha disposto il divieto di dimora nel Comune di Niscemi  per 29 attivisti No Muos. Secondo le autorità i militanti durante le manifestazioni del 9 agosto 2013 e del 25 aprile dell’anno in corso davanti alla base del Muos hanno bersagliato le forze dell’ordine con lanci di pietre e bottiglie di vetro.

Il provvedimento arriva qualche giorno prima della manifestazione che si terrà il 9 agosto a Niscemi contro il Muos. Lo Stato lancia un segnale chiaro ai manifestanti. La proverbiale lentezza giuridica italiana una volta tanto viene accantonata per far posto alla volontà di difendere ad ogni costo la base di guerra voluta dagli Stati Uniti.

La violenza non è mai la scelta più giusta. Le grandi conquiste vengono trainate da ideali legati alla pace e la Costituzione ce lo ricorda nell’articolo in cui ripudia la guerra. A Niscemi, Il 9 agosto scorso, diversi cittadini italiani scelsero di protestare contro la base statunitense. Ad un anno di distanza la manifestazione verrà ripetuta per difendere il diritto all’autodeterminazione.  A breve in Sicilia andrà in onda una grave ingiustizia.  Appena il Muos diverrà operativo diversi siciliani verranno sottoposti a delle frequenze che nessuna autorità sanitaria ha mai definito innocue per la salute, oltretutto il suolo siciliano diverrà una base militare per accendere la guerra in tutto il mondo e ciò è in palese contrasto con lo spirito della carta costituente della Repubblica italiana.

Mi auspico che il foglio di via venga consegnato a quei Senatori che pochi mesi fa, dando il via libera alla messa in funzione del Muos, hanno  svenduto la salute di molti cittadini italiani ed hanno, di fatto, posto i presupposti per “esportare” la guerra in tutto il mondo . Pochi giorni dopo quella votazione “criminale” la Lockheed Martin ha annunciato di aver terminato positivamente gli ultimi test sulla funzionalità del Muos. Il Mobile User Objective System ad alta frequenza è pronto per entrare in funzione e le istituzioni italiane stanno facendo la loro parte per  favorirne l’accensione.  Come mai quando si tratta di affari militari statunitensi il Parlamento e la Magistratura lavorano come degli orologi svizzeri?

Comunque chi vuol divenire il padrone del mondo ha fatto i conti senza l’oste. Ognuno di noi, riconoscendo se stesso e gli altri, può rappresentare un baluardo insormontabile per le mire egemoniche di coloro che volteggiano sopra l’umanità

Share this Story
  • Politica

      29 attivisti No Muos cacciati da Niscemi

    Il Gip di Gela ha disposto il divieto di dimora nel Comune di Niscemi  per 29 attivisti No Muos. Secondo le ...
Load More Related Articles
Load More By Luca Tomberli
Load More In Politica

Check Also

Pesticida Monsanto trovato nei prodotti intimi femminili

Il principio chimico del pesticida più venduto al ...

Cerca

Facebook