Politica

Bella mossa Renzi, una riforma come quella del Senato, così inutile e costosa, non era facile da partorire

imagesIl venditore di fumo Matteo Renzi non si smentisce e continua ad incensarsi definendo come straordinaria per la vita del paese Italia la riforma del Senato, addirittura, fingendo falsa modestia, si stupisce di questa velocizzazione della politica italiana abituata in passato ad andare al rallentatore, quindi l’ok alla Riforma del Senato in Commissione a Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, ci ha consegnato un Renzi raggiante.

Il dibattito sulla Riforma del Senato era già partita male con il famoso patto del Nazareno tra la maggioranza e Forza Italia di Berlusconi, poi proseguita malissimo, attraverso uno strillare continuo delle parti, le quali, probabilmente, non sanno neanche loro di che cosa stanno parlando. La politica italiana trova sempre il modo di dare il peggio di sé, siamo alla deriva ma si trova sempre il tempo di parlare per mesi o anni di roba inutile tenendosi ben lontana dai problemi reali del paese.

La sensazione che sia una nuova porcata ce lo comunica il faccione del leghista Calderoli, sempre a suo agio in queste condizioni dove il suo ruolo è quello di fingere di essere uno statista acculturato, ma preferirei al suo posto l’imitazione che ne fece Fabio De Luigi molto più aderente al personaggio, il quale ad un certo punto sbottava e si mostrava per quello che era realmente.

In definitiva tutta questa caciare serve a rendere il Senato non elettivo, dove i senatori non verranno più eletti dai cittadini ma in proporzione della consistenza dei gruppi consiliari, ma in modo tale che sia solo la Camera a votare la fiducia al governo. Quindi a che serve mantenere un Senato svuotato delle sue prerogative, e con un costo a carico del paese di oltre 500 milioni di euro l’anno? Per forza che Renzi è raggiante, questo è un gioco di prestigio che salva la capra, i cavoli, le relazioni pericolose che sta intessendo e una casta che gli ha consentito di essere dove è adesso per salvaguardare se stessa.

Siamo davanti ad una nuova azione pachidermica di un governo che deve proseguire le “grandi opere” dei predecessori, impoverendo ulteriormente questo paese. Il Paese reale caro Renzi è diverso e versa in una disperazione sempre più profonda perché percepisce che stanno venendo meno le condizioni di una vita dignitosa.

Caro Renzi gli slogan non potranno durare in eterno, e il fumo prima o poi si diraderà lasciando il re nudo. Stiamo vivendo una crisi che morde sempre più erodendo i risparmi delle famiglie, con una classe politica sempre più connivente con la malavita che ha consentito il proliferare della corruzione portando questo paese allo sbando, conducendo alla rovina, sanità, istruzione, lavoro e tutto quanto poteva consentire a lor signori di fare profitto.

Bene! Qualcosa bisogna fare per giustificare una presenza inutile… qualcuno deve aver alzato la mano dicendo: “riformiamo il Senato”, e giù applausi per questa trovata con la quale potranno tirare a campare per mesi o anni.

Se la classe politica fosse umana, vista la sua intenzione di “snellire” il parlamento, l’avrebbe eliminato il Senato, e con esso i 320 senatori, compresi quelli a vita, mandando a casa questi nominati della politica, veri e propri lacchè che si accontentano delle briciole che cadono dal piatto del padrone.

Ci sarebbero voluti 5 minuti, e questo sarebbe stato qualcosa di rivoluzionario, invece caro Renzi il tuo intento è diverso, accontentare tutti svendendo ulteriormente questo paese perché tu possa gigioneggiare giocando a fare il premier scattandoti qualche selfie in giro per il mondo.

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Graziano Fornaciari
Load More In Politica

Check Also

Il pianeta Terra è sempre più devastato

Le foreste secche del Gran Chaco sono la ...