Attualità

Benvenuti alla 62esima edizione del Festival di San Bilderberg

Scia_chimica05E’ iniziata ieri la ormai celebre riunione esclusiva che dal 1954 ospita i potenti della terra: il club Bilderberg.

Il gruppo Bilderberg, meglio conosciuto come club Bilderberg, è un incontro annuale per inviti, non ufficiale e itinerante nei migliori hotel o resort del mondo; ospita circa 130 invitati che vengono scelti in base alla loro influenza in campo economico, politico, bancario e non solo, l’importante è contare qualcosa.

Nato nel 1954 con lo scopo di favorire la cooperazione fra Europa e Stati Uniti, e per contrastare i sentimenti di antiamericanismo in Europa, il club tratta vari argomenti e ha al suo interno una commissione permanente della quale fanno parte due membri per ognuna delle circa 18 nazioni iscritte.

Nelle edizioni del passato si trovano nomi eccellenti fra gli invitati, e per non dare false speranze a chi si è messo in fila per partecipare, è bene citarne alcuni come: Henry Kissinger, il principe Carlo d’Inghilterra, Peter Mandelson, lord Carrington, David Cameron, la regina Beatrice d’Olanda, Bill Gates, Henry Kravis di Kkr, Eric Schmidt di Google e il Generale Petraeus.

Questa simpatica combriccola non ufficiale, dall’anno scorso ha però un ufficio stampa con sede a Leida nei Paesi Bassi, e nonostante l’incontro sia chiuso al pubblico e ai media, ogni anno viene diramato un comunicato stampa in cui sono presenti i nomi dei partecipanti.

Visto che le discussioni non sono mai state registrate ne riportate all’esterno, e considerando il parterre d’eccezione, l’annuale ritrovo, ufficiale ma non troppo, è oggetto di critiche e di varie teorie del complotto, o forse dovrei scrivere gomblotto, come fanno molti frustrati da social network a cui alle elementari non hanno insegnato a non prendere in giro chi non la pensa come loro.

Ma veniamo ora alla riunione di quest’anno, la 62esima dalla prima edizione che si tenne nei Paesi Bassi il 29 maggio 1954 presso l’hotel de Bilderberg a Oosterbeek: l’incontro si svolgerà dal 29 maggio al primo giugno al Marriot Hotel di Copenaghen, e come al solito l’area è blindata, quindi è difficile vedere chi entra e chi esce; lo sanno bene i due giornalisti che sono stati arrestati per aver provato ad intervistare gli organizzatori nel bar dell’hotel.

Gli italiani sono quattro: Franco Bernabè, banchiere e dirigente d’azienda, John Elkann, attuale presidente di FIAT S.P.A., di Exor S.P.A., e della Giovanni Agnelli e C. S.A.P.A. , Monica Maggioni, giornalista e direttrice di Rainews24, e Mario Monti, economista, accademico e politico italiano nonché ex Presidente del Consiglio; tre in meno rispetto allo scorso anno quando al Grove Hotel Watford vicino Londra, arrivarono sfrecciando fra le verdi campagne dell’Hertofordshire su lussuose auto scure Franco Bernabé, Lilli Gruber, Mario Monti, Enrico Tommaso Cucchiani, Gianfelice Rocca, Alberto Nagel ed Emanuele Ottolenghi.

Chissà di cosa parleranno circa 130 potenti della terra chiusi per una settima in un Hotel blindato, impossibile a dirsi, i temi potrebbero essere molti, forse delle ultime mosse dello Zar Putin, del sempre più crescente sentimento anti europeo, o del tema della privacy su Google e Facebook, chi può dirlo, di certo noi che ci facciamo delle domande rischiamo solo di prenderci dei gomblottisti sciacazzari e va a finire che a chiedere troppo ti fanno un TSO.

Meglio non farsele certe domande, ormai il campionato di calcio sta finendo, si sta avvicinando la prova costume e c’è sempre qualche politico che dice delle assurdità in tv, e poi, chi comanda avrà pure il diritto di fare delle riunioni segrete, o no!

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Davide Mantovani
Load More In Attualità

Check Also

I parassiti vanno estirpati evitando che trovino di che nutrirsi

I parassiti si debellano efficacemente tenendo puliti gli ...

Cerca

Facebook