Notizie

Google Fit, un’altra “app” per controllarci

google 3

E’ venuto il momento dei gadget hi- tech. Big G è per pronto per raccogliere i dati vitali dei suoi utenti attraverso delle applicazioni riunite sotto il nome Fit, che gireranno su orologi e braccialetti. Google, Apple e  Samsung sono pronti ad imporre nuovi bisogni. Il business punta l’accoppiata benessere e tecnologia. Gli analisti lo ritengono uno dei nuovi settori con il più ampio margine di crescita.  Secondo Forbes, Google si appresta a lanciare una applicazione che porterà i dati biometrici degli utenti sulla nuvola informatica. Dopo Apple e Samsung anche il grande G sta scalpitando per accaparrarsi il numero dei battiti cardiaci o i chilometri percorsi.

Google progetta di creare un universo virtuale alimentato dalle esperienze della giornata. Con Fit l’azienda potrà mettere in rete i parametri vitali acquisiti attraverso  occhiali, orologi e braccialetti. Monitorare il proprio corpo può risultare utile per conoscere di più se stessi e quindi migliorare la salute. Questo in teoria, ma in pratica tutto questo dove ci condurrà. Dato che ogni centimetro del corpo potrà essere ricoperto da qualche sensore che lo scandaglierà in profondità, quale  futuro ci aspetta. Vivremo sempre più attaccati a smartphone o tablet? I “rassicuranti” algoritmi delle applicazioni ci priveranno piano piano delle nostre capacità decisionali?

Come vedete stiamo vivendo una transizione pericolosa. Le perplessità su un futuro tecnologico a briglie sciolte sono tante. Al momento stiamo subendo una tecnologia che viene imposta da un mercato che non tiene conto delle reali esigenze delle persone. Se non riporteremo al centro la visione del “bene comunei gadget elettronici continueranno ad essere degli strumenti di controllo e di schiavitù. Visto che i consigli di amministrazione sono esclusivamente mossi dalla cupidigia, lasciare in mano alle multinazionali i dati biometrici è una scelta folle. I predatori del genere umano si stanno organizzando per compiere il loro lavoro. Finché siamo in tempo,  sta a noi decidere se vogliamo lasciare la nostra vita nelle mani del nuovo ordine mondiale oppure costruire una società a misura d’uomo, partendo dal rimanere “umani”.

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Luca Tomberli
Load More In Notizie

Check Also

Pesticida Monsanto trovato nei prodotti intimi femminili

Il principio chimico del pesticida più venduto al ...

Cerca

Facebook