Grandi Uomini Italiani: Giuseppe Genovesi.

 

 

Medico specialista in Endocrinologia e Malattie Metaboliche, Psichiatria, Immunologia e Allergologia, ricercatore presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale, sezione Fisiopatologia Medica del Policlinico Umberto I dell’Università di Roma. Fondatore di associazioni dedite allo studio e alla divulgazione delle altre medicine ayurvediche- omeopatiche-fitoterapiche (SIPNEI- AIREMP) di cui sosteneva la necessità dell’integrazione con la medicina allopatica. Ricercatore serio, competente e appassionato, capace di contributi scientifici e culturali costruttivi tali da aprire davvero alla speranza di una scienza migliore, di una medicina capace di conoscenza e guarigione.

Da una recente intervista

La medicina del futuro https://www.youtube.com/watch?v=BzTcugItoMM

le sue parole:

La medicina è una soltanto, ma viene espressa in modi diversi a seconda dei contesti culturali in cui è nata.

La nostra medicina Galineiana, quella che si basa su principi di ripetibilità, è purtroppo stata inquinata da moltissimo tempo dagli interessi delle lobby farmaceutiche che impediscono una adeguata gestione di questa medicina, che è insostituibile nelle emergenze, ma è piuttosto discutibile quando si parla di malattie croniche e ci sono tanti argomenti in questo senso, per es. il fatto che i bambini vengono costretti a pochi mesi di vita a vaccinazioni anche polivalenti, quando il sistema immunitario, è palese dal punto di vista embriologico, non è maturo, questo produce degli effetti collaterali molto ben documentati e dimostrabili che però inducono una grande spesa economica perchè quelle malattie, quei disagi che il bambino patisce a causa delle vaccinazioni, vogliono dire acquisto di antibiotici, acquisto di antiinfiammatori, di antipiretici con danni conseguenti che verrebbero evitati se il bambino venisse sottoposto alle vaccinazioni, premesso che, i vaccini dovrebbero essere prodotti tecnologicamente in modo più adeguato senza la presenza di metalli pesanti, premesso questo, il bambino dovrebbe essere vaccinato quando il sistema è maturo cioè dopo più o meno tre anni di vita. Allora diamo al sistema immunitario un imput che gli consente di elaborare una risposta e quindi di ottimizzare quello stimolo.

Rimosso dalla direzione del nosocomio capitolino dai vertici del servizio “ Sportello malattie rare” e contrario alla recente legge 194 sulle vaccinazioni obbligatorie, ieri 22/01/2018 questo grande Uomo muore all’improvviso, all’età di sessant’anni.

Il cordoglio di tutti coloro che sperano in un mondo migliore è grande, ma le sue parole rimangono! Il suo impegno diventa ancora più importante!

Ci lascia questo messaggio di speranza, che diffondiamo nella certezza che sarà ripreso da centinaia di medici di coraggio:

 http://telegra.ph/LETTERA-APERTA-DEL-PROF-GIUSEPPE-GENOVESI

Ministra Lorenzin, Roberto Burioni, rappresentanti specifici di politica e scienza contrari alla vita e alla salute dei bambini e degli uomini, non gioite troppo, non azzardatevi a sentirvi soddisfatti per questa voce momentaneamente spenta: l’Italia produrrà milioni di Uomini come il dott. Genovesi che vi spazzeranno via dalla politica e dalla scienza e tornerà a risplendere la certezza della possibilità di una buona vita, sana e felice per tutti .

Ci siamo sempre più vicini, il sacrificio di questi Uomini ci avvicina sempre di più alla certezza di una vita migliore! Grazie a tutti quelli che si spendono per affermare il Diritto alla Vita su questa terra.

Autore:
 

Tags: