Alimentazione & Stile di vita, Note aliene, Notizie

Il silicio, no grazie!

Da diverso tempo, noto che si fa un gran parlare di silicio: di come sia utile alla nostra salute, ai nostri corpi e di quanto sia “elevante” la sua assunzione. Da un lato, vedo persone ignoranti, che si fidano ciecamente di chiunque mostri grande sicurezza e potere personale, e come da questi si facciano propinare di tutto, anche il cianuro omeopatico…

Dall’altra parte, gli alternativi (medici, erboristi, santoni e taumaturghi de noaltri) del farmaco, sospingono ciò che si può vendere meglio, ciò che attrae fortemente il bisogno del miracolo.

Leggere in questo articolo http://www.agribionotizie.it/il-cambio-della-struttura-corporea-da-una-base-di-carbonio-a-una-silicio-cristallina/ una sorta di elogio nella sostituzione del carbonio (nelle basi azotate del DNA) al vicino e simile silicio, mi lascia senza parole.

Il nostro Dna è la natura più antica dell’essere umano, ne racchiude i segreti evolutivi e le frequenze più archetipiche. E’ qualcosa di estremamente intimo e delicato. Lo stiamo già modificando, ahinoi, attraverso l’inquinamento e tutto il degrado inorganico ed organico che i nostri corpi devono sostenere, ora facciamo finta che sia anche bello e naturale trasformare la nostra natura. Siamo alla pura follia.

Mi fa ridere leggere quanti siano, in questo articolo, i segnali dell’innalzamento spirituale! Tutti i sintomi vengono inclusi, ma guarda… che non sfugga qualcuno alla retata “peace and love” di questi presunti esoteristi!

Se sei stanco, stai evolvendo; se oggi ti sei svegliato scazzato e irritato non sei magari un rompiballe come eri ieri e come siamo tutti, spesso, sei un essere sulla via della leggerezza… Aiuto!!!! Ma possibile che esistano tante persone con tanta voglia di illusione? E altrettanti che non si chiedono: “Ma perchè dobbiamo cambiarlo il DNA?”

Questo modo di ragionare è un presupposto fondamentale per essere definiti intelligenti e coscienziosi… dopo, pensiamo all’evoluzione spirituale.

L’arroganza umana si esprime anche così, attraverso l’uso di parole edulcoranti e avvinghianti, sostenute solo da finalità economiche (quando ci va bene), che ci sostengono nella non responsabilità e nel torpore che ci fa pensare che nulla di “naturale” ci possa fare male! Il mondo del naturale è pieno di prodotti che contengono silice. E’ un buon addensante e quindi viene usato come eccipiente. Peccato che questo fantasmagorico silicio sia nocivo per il nostro organismo, se non in piccolissime dosi. Hanno ragione questi sfulminati (come direbbe un amico) a sottolineare che il silicio, per estrema somiglianza al carbonio, può, nel tempo, sostituirlo. Questo è un grande problema, come dicevo all’inizio, in quanto questo presuppone una linea endogena completamente diversa, non umana.

L’essere umano è a base carbonio. Questa è la nostra storia.

Se, piano piano, il silicio sostituirà il carbonio, ogni reazione interna si confonderà in maniera irreversibile. Ogni ciclo, ogni reazione a catena, prenderà vie distorte e creerà qualcosa che non è in sintonia con l’omeostasi del corpo umano. Ogni amminoacido, ogni ormone, ogni enzima muterà rispetto a quella che è la sua vera natura. Diventeremo altro, ma non esseri cristallini come dice l’eterea signora che ha scritto l’articolo di cui sopra, supponendo di sapere cose e di conoscere le vie della vita. Noi conosciamo poco del nostro organismo, e dovremmo essere un po’ più umili, perché quel poco che conosciamo è prezioso e lo stiamo già modificando e distruggendo, senza arrivare ad avere “una struttura silicio cristallina”. Questi sono i personaggi pericolosi nell’esoterismo, quelli che ti fanno credere che tu puoi tutto e che va tutto bene, quando invece, sotto questo cielo plumbeo, non va proprio bene nulla e c’è da fare tanto, creando il bene e rimanendo umani e… a base carbonio!

Articolo di: Donatella Donati

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By RIP - MRU
Load More In Alimentazione & Stile di vita

Check Also

Morbillo alle Isole Samoa, cronaca di una tragedia in atto, tra repressione e malasanità

La triste storia è questa: L’anno scorso erano ...

Cerca

Facebook