Politica

L’ inceneritore, la salute dei cittadini e la sceneggiata di Renzi

inceneritore 6

E’ in arrivo un altro scempio. Nella piana fiorentina i tecnici dell’Hera annunciano di aprire in estate i cantieri per la costruzione dell’inceneritore. I politici del niente chiamano questi mostri  termovalorizzatori, invece sono degli inceneritori che si bruciano il futuro. L’iter per arrivare alla firma decisiva è stato lungo e tortuoso. Tanti cittadini si  stanno battendo per impedire questo attacco alla salute pubblica.  Associazioni e movimenti fanno la loro parte, ma il nemico è radicato oltre i consigli comunali della zona. Se vogliamo fermare il piano criminale, è necessario fare circolare il più possibile le vere informazioni.  L’obiettivo finale del cartello delle multinazionali è la distruzione dell’essere umano e del territorio. Per il momento, attraverso degli “operatori locali attenti ai soldi”, stanno bruciando, giorno dopo giorno, pezzi di futuro dell’umanità.

Ancora una volta la politica ha fatto le sue scelte, senza tener conto del bene dei cittadini. Per costruire l’inceneritore  è stata individuata un’area già a rischio ambientale e sanitario, tanto che, una volta in funzione, l’ASL richiede di predisporre un monitoraggio sugli esiti riproduttivi umani, sull’incidenza dei tumori, sulla contaminazione della catena alimentare, sulle diossine, pcb e metalli pesanti ( parere ASL 10  del 31/03/2014).  Quindi se l’azienda sanitaria è preoccupata per le ricadute che un tale impianto potrebbe generare, perché dovremmo accettare di essere le cavie di un tale progetto?

Ma non è finita qui, la ASL tace sulle nano particelle e sulle polveri sottili che verrebbero prodotte durante la combustione ad alta temperatura, mentre vi sono degli studi che descrivono ampiamente il fenomeno e in più lo classificano  come una fonte particolarmente pericolosa per l’organismo umano.Tra l’altro l’incenerire i rifiuti non risolve tutti i problemi dell’immondizia, un 30% di quello che brucia un inceneritore diviene  cenere, che poi deve essere smaltita. In Romagna per “valorizzare” quelle scorie ci producono dei mattoni. Vogliamo costruirci le scuole per i bambini con quelle schifezze?  Per saperne di più sui pericoli per la comunità, la quantità enorme dei soldi che costa la costruzione e la manutenzione di un tale impianto,  e le soluzioni alternative possibili vi rimando ai link di Medicina democratica http://www.medicinademocratica.org/wp/?p=1618  e No inceneritori http://www.noinceneritori.org/

Veniamo adesso al Presidente del Consiglio, che è uno dei protagonisti negativi di questa drammatica vicenda. Ai tempi in cui Matteo Renzi era presidente della provincia fiorentina, di fronte alle telecamere, per non affrontare la discussione sulla correlazione tra gli inceneritori e certe malattie, riuscì a portare in rissa la questione . Il vuoto pifferaio facendo leva sulla sua arroganza  ebbe il coraggio di imporre il silenzio ad un’ oncologa definendola alchimista, perché citava dei dati che evidenziavano la pericolosità dei “termovaloriazzatori”. Non contento, facendosi portavoce del dolore di tutti i familiari dei malati di tumori, si autocelebrò parte lesa. Quanto è abile Matteo a rigirare la frittata, casomai chi deve rendere conto della sofferenza che sta dilagando siete voi politici. Che dire ancora, vedete voi  https://www.youtube.com/watch?v=-1m3i_JSLMs, a me sembra il teatro dell’assurdo. Ma come è possibile che un tale individuo poco propenso al bene comune, anzi abituato a fregarsene proprio degli altri,  governi l’Italia.

Comunque rimane il fatto concreto che la lotta agli inceneritori deve andare avanti. E’ in gioco la nostra salute e la salvaguardia dell’ambiente che ci ospita. Fermiamo la costruzione di tutti i bruciatori di futuro. Le soluzioni alternative ci sono, iniziano a prendere corpo dal momento in cui si sta dalla parte della gente.

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Luca Tomberli
Load More In Politica

Check Also

Pesticida Monsanto trovato nei prodotti intimi femminili

Il principio chimico del pesticida più venduto al ...

Cerca

Facebook