Alimentazione & Stile di vita, Notizie

La pesca intensiva e illegale impoverisce i mari e non solo

Fonte foto:www.nationalgeographic.it

Fonte foto:www.nationalgeographic.it

La Sea Shepherd è di nuovo sul piede di “guerra”, infatti la sua ammiraglia, la Bob Barker, ha già lasciato il porto di Hobart situato in Tasmania, mentre una seconda nave, la Sam Simon, dovrebbe partire la prossima settimana. Entrambe le navi andranno a contrastare la pesca in Antartide del branzino cileno, così chiamato negli Stati Uniti, e considerato il pesce più pregiato al mondo.

Questo pesce è una delle specie più ricercate dell’Antartide, e siccome tutti possono pescarvi, è bersaglio di una pesca internazionale intensa e incontrollata, durante la quale vengono utilizzate reti a strascico che sono vietate per legge, reti nelle quali finiscono altri animali marini, con un danno all’ecosistema non indifferente. Il branzino cileno viene particolarmente venduto negli Stati Uniti, in Europa, in Giappone e anche in Cina.

La Sea Shepherd è generalmente impegnata ogni anno nell’Oceano Antartico per molestare i balenieri giapponesi che fanno strage di cetacei con la scusa delle ricerche scientifiche, è stata fondata nel 1977 da Paul Watson, uno dei tre fondatori di Greenpeace, e i suoi membri si definiscono eco-pirati, avendo come scopo delle loro campagne la salvaguardia della fauna e degli ambienti marini.

Contrariamente a Greenpeace, come riportato da wikipedia, la Sea Shepherd, agisce con maggiore forza, e in passato sono anche stati accusati di violenza, ma non sono mai stati condannati legalmente per le loro attività, asserendo di non aver mai procurato ferite o lesioni a nessun essere umano, avendo le navi come unico obiettivo.

C’è poco da fare, l’essere umano ne deve compiere ancora di strada per divenire innocuo, per il momento cerca di trarre profitto da ogni cosa, depredando la Terra di ogni sua risorsa. Secondo me, questo modo di agire è come tagliare il ramo dell’albero sul quale si è seduti, speriamo almeno che il cadere rovinosamente, perché prima o poi avverrà, possa scuotere l’umanità sino a rendersi conto delle barbarie che vengono compiute in nome del profitto.

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Graziano Fornaciari
Load More In Alimentazione & Stile di vita

Check Also

Il pianeta Terra è sempre più devastato

Le foreste secche del Gran Chaco sono la ...

Cerca

Facebook