Alimentazione & Stile di vita, Attualità, Flash News, Notizie

La tenacia e la forza di un bambino

Cattura 1Una bella storia, quella di un bambino di 8 anni, vittima di una paralisi cerebrale diagnosticata quando aveva 18 mesi che, con determinazione, compie una vera e propria impresa, portando a termine una gara di triathlon, composta da 100 metri di nuoto, 4 km di bicicletta e 1,3 km di corsa.

Matthews Bailey, questo è il nome del bambino, non è in grado di muoversi correttamente ma ha comunque voluto affrontare la malattia con grande tenacia, con l’aiuto dei propri genitori, i quali, non l’hanno mai fatto sentire diverso aiutandolo a cogliere da questa esperienza una opportunità.

Una grande lezione è venuta dal padre, il quale accompagnando il figlio lungo tutto il percorso, lo si vede mentre lascia cadere il figlio senza intervenire, lasciando che sia lui a rialzarsi, senza cedere alla tentazione di sostituirsi ad esso soccorrendolo.

Questa è una lezione di vita, insegnandoci che l’amore non si manifesta accorrerendo ad aiutare le persone al primo tonfo e neanche al secondo, ma che bisogna lasciarle provare, dove non è importante arrivare primi, ma raggiungere il proprio obiettivo.

Matthews ha corso insieme ad altri 500 bambini normodotati, insegnandoci che nella vita non ci sono ne vinti ne vincitori, semplicemente ognuno gareggia per il proprio traguardo giungendo dove è funzionale che giunga, attraverso l’esperienza necessaria.

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Graziano Fornaciari
Load More In Alimentazione & Stile di vita

Check Also

Il pianeta Terra è sempre più devastato

Le foreste secche del Gran Chaco sono la ...

Cerca

Facebook