Attualità, Flash News

La natura non può aspettare neanche un minuto, figurarsi 4 mesi

scarico-torre-guacetoLa situazione ambientale in Italia è allo sbando e molti crimini non vengono neanche svelati, e quando succede i tempi della giustizia non collimano con le esigenze di una natura che sta morendo.

Ciò che sta accadendo alla riserva naturale di Torre Guaceto, situata a 20 chilometri da Brindisi, ha dell’inverosimile. L’inquinamento è sotto gli occhi di tutti e in questo caso anche sanzionato, solo che lo stop del depuratore che tratta i reflui fognari di due comuni del Brindisino, San Michele Salentino e San Vito dei Normanni, avverrà non prima di quattro mesi.

Non male come soluzione, molto italica direi, in questo modo si salvano capra e cavoli, mentre la riserva naturale di Torre Guaceto chi la salva? Non si doveva neanche arrivare a questo punto, chissà quali menti prodigiose hanno consentito tutto questo in spregio della natura sempre più calpestata nella sua dignità.

Ma visto che ormai il danno è fatto, che cosa saranno 4 mesi in più, avranno pensato. Invece quattro mesi fanno tanto, e segnano in questo caso, il confine tra la dignità umana e l’ignoranza avida di chi, evidentemente, non sa neanche in quale direzione si trovi il bene comune, figurarsi abbracciarlo.

Fonte articolo: http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/10/27/torre-guaceto-stop-reflui-depuratore-riserva-marina-4-mesi/1174796/

Fonte foto: www.brindisioggi.it

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Graziano Fornaciari
Load More In Attualità

Check Also

Il pianeta Terra è sempre più devastato

Le foreste secche del Gran Chaco sono la ...

Cerca

Facebook