Attualità, Cultura, Economia, Flash News, Notizie, Politica, Scie chimiche & Chemtrails

ORA TOCCA ALLA FRANCIA!

E’ giunta l’ora anche della Francia. Si deve piegare, si deve sottomettere e dimenticare la propria storia:

Liberté, Égalité, Fraternité stanno per diventare concetti obsoleti, datati e non più di moda. Cosa sta succedendo? Lo abbiamo chiesto anche ad una associazione francese “Penser Librement” che ci ha sintetizzato lo scoglio attuale con queste parole:

“ Il progetto di riforma del diritto al lavoro presentato da Myriam El Khomri è una legge sul lavoro per gli impiegati che non è per niente a favore degli impiegati ma per i Grandi Industriali (una specie di schiavitù moderna) ed  è stata attuata adesso  in Francia. Questa legge che è imposta dall’Unione Europea ed è attuata dalle nostre marionette del Governo. Chi dirige e chi ha stabilito l’Unione Europea? Questa sarebbe già la prima cosa da chiarire al popolo! Questa falsa democrazia sostenuta dai media che sono agli ordini dei loro Padroni (venditori di armi, industriali e governi!) Quando i Presidenti sono i primi a dirci :  “Che andremo verso il Nuovo Ordine Mondiale che lo vogliamo o no ! (N. Sarkozy)

Sarebbe il momento di porsi delle domande no?”

 

I nostri cugini francesi ci dicono che questa legge è stata imposta, senza alcun voto; sostengono che tutti i politici, compreso Holland, prima di avere una carica politica dicono che questa procedura è una modalità dittatoriale, ma una volta al Governo si comportano tutti nello stesso modo e non lavorano per il popolo!

 

“Il popolo non ne vuole sapere di questa legge ed è favorevole al blocco e anche di più!”

“Il popolo subisce sempre più, ma comincia a svegliarsi……”

 

Le associazioni raccolgono il malumore della gente e i giornali escono con questi titoli:
Repubblica: Francia, inizia la settimana degli scioperi ‘illimitati’ contro il Jobs Act di Hollande
Fatto quotidiano: Jobs act Francia, sciopero centrali nucleari e disagi per i trasporti. Valls: “Governo non torna indietro”
E guarda caso però, proprio contestualmente succedono dei disastri ambientali:

Da rainews.it MALTEMPO IN EUROPA, ALMENO SEI MORTI TRA FRANCIA E GERMANIA.

                           HOLLANDE: “CATASTROFE NATURALE” –

 Alluvione in Francia, la Senna esonda a Parigi: “piena senza precedenti nella storia” [GALLERY] Da meteoweb.eu:

Alluvione Francia, notte da incubo a Parigi per la piena della Senna: “il peggio nel weekend”

Ricordiamo quello che era successo in Italia al tempo del Job Act:  il 3 dicembre 2014 il Jobs Act ( noi ormai parliamo in Inglese) diventa legge

Dal Corriere della sera : Il Jobs Act passa al Senato con 166 sì!   La riforma è legge, tramonta l’art. 18

Qualche leggero scontro in un corteo a Roma e nulla di più.

Renzi è euforico:

“ Oggi è un giorno storico per il Paese, l’approvazione del jobs act segnerà la storia dei prossimi anni… Mentre la politica politicante parla di questioni estranee alla vita quotidiana, noi parliamo di cose reali del paese», dice il premier Matteo Renzi su La Sette, dopo aver commentato a caldo con un tweet: «L’Italia cambia davvero. E noi andiamo avanti”

Guarda caso però, prima di questo disgraziato evento che ha cancellato le conquiste sociali dei lavoratori ottenute in centinaia di anni di lotte, solo nel 2014 si sono verificate in Italia da Nord a Sud la bellezza di 15 alluvioni che, se non hanno provocato in effetti tantissimi morti, come sarebbe pure potuto succedere, hanno però messo ko l’economia di tutta l’Italia.

Da una piccola indagine su Wichipedia:

Alluvioni e inondazioni avvenute in Italia dal 2000 al 2015:

in 15 anni, 42 alluvioni, di queste, 15 nel 2014.

Alluvioni e inondazioni dal 1947 al 1999:

in 52 anni, 33 alluvioni

Alluvioni e inondazioni dal 1861 al 1946:

in 85 anni, 13 alluvioni.

Le 42 alluvioni che si sono verificate in questi ultimi 15 anni sono tutte dovute ad eventi atmosferici eccezionali. Possiamo avere il sospetto, o forse la certezza, che  “La guerra globale ambientale è già incominciata” (Titolo dell’articolo del Generale Fabio Mini, militare del corpo d’armata della NATO) sia una fatto reale? Possiamo riuscire a capire a che cosa servono tutte quelle strisce che imperversano nel cielo quando ci sono dei fronti nuvolosi in arrivo? Forse che servano ad aumentare il carico della pioggia per creare eventi distruttivi e costringere i governi a prendere determinate decisioni? Non saranno affermazioni scientifiche, ma  sono logiche e per me la logica vale di più della scienza, perchè  dipende da me, dal mio cervello, dalla mia Coscienza.

Allego elenco alluvioni e inondazioni avvenute in Italia fra il 2000 e il 2015 da Wichipedia:

9 sett. 2000 alluvione in Calabria Soverato ( 13 morti e 1 disperso)

Dal 13 al 16 ott. 2000 alluvione del Piemonte ( 23 e11 dispersi- 40.000 sfollati)

29 Ago 2003 Val Canale –Udine ( 2 morti- frana su autostrada A23)

8 sett. 2003 alluvione Palagiano Taranto ( evento eccezionale  224 mm di pioggia in tre ore- ingentissimi i danni- solo a Palagiano 28 milioni di euro)

23 sett. 2003 alluvione di Carrara (200 mm di pioggia in due ore- esondazione-danni e due vittime)

3 luglio 2006 alluvione di Vibo Valentia ( evento pluviometrico eccezionale-190 mm di pioggia in due ore)

30  aprile 2006 Frana a Ischia ( 4 morti – 200 sfollati)

29 Maggio 2008 alluvione Villar Pellice Torino ( forti piogge causano colata di detriti su un borgo)

28 ottobre 2008 Alluvione a Capoterra Cagliari ( colata di detriti)

18 Luglio 2009 alluvione Borca di Cadore, Valboite Belluno (una frana di sessantamila metri cubi di acqua e ghiaia si stacca dal monte Antelao e scivola sull’abitato di Cancia nel comune di Borca di Cadore; uccidendo due persone.

1 Ottobre 2009 Giampilieri Messina (A causa delle forti piogge e del dissesto idro-geologico della zona a carattere torrentizio, si generano una serie di colate detritiche che travolgono numerose abitazioni e automobilisti tra Giampilieri Superiore e Scaletta Zanclea

15 Feb. 2010 frane di Vibo Valentia e San Fratello (A Maierato si stacca un costone della montagna; la frana viene ripresa in diretta e il video choc mandato su tutti i telegiornali facendo in poche ore il giro del mondo. Lo stesso giorno San Fratello nel messinese subisce numerosi smottamenti. Nessuna vittima.

9 Sett. 2010 Costiera Amalfitana Salerno ( forti piogge esonda torrente Dragone)

4 Ottobre 2010  Alluvione Genova Sestri Ponente Varazze Cogoleto (evento alluvionale lampo eccezionale)

5 Ottobre 2010 Prato ( UN violento temporale scarica 100mm di acqua in meno di due ore)

1 e 2 Nov 2010 Alluvione del Veneto (540 mm di pioggia caduti in 24 ore nel solo vicentino.
200.000 animali deceduti.500.000 persone interessate.140 km² direttamente allagati.
Oltre 1 miliardo di Euro di danni.)

3 marzo 2011 S. Elpidio a Mare ( Marche e Romagna 5 morti)

1 e 2 Marzo 2011 Comune di Ginosa Taranto e Metaponto( seri danni all’agricoltura)

11 Giugno 2011 provincia di Parma (195,2 mm/h (Stazione meteorologica di Fornovo di Taro-Neviano de’ Rossi). I danni ammontano a circa 7.200.000 euro per privati e aziende e circa 450.000 euro i danni pubblici. Sono 185 le famiglie e 50 le attività produttive colpite.

25 Ottobre 2011 Alluvione dello Spezzino e Lunigiana ( 520 mm in meno di 6 ore.[))

4 Nov. 2011 Alluvione a Genova (a seguito di un’eccezionale precipitazione, si verifica una disastrosa alluvione a Genova)

22 Nov:2011 Alluvione provincia di Messina (3 morti)

11 Nov. 2012 Alluvione a Massa Carrara (Esondazione dei torrenti, zone sotto 1 metro di acqua per diversi giorni, numerose frane, 5000 abitazioni colpite e 300 sfollati. Acqua non potabile in alcuni quartieri e black out elettrici.)

12 Nov. 2012 Alluvione a Orvieto (Esondazione del fiume Paglia e dell’affluente Chiani. Grave inondazione nei quartieri bassi di Orvieto Scalo e Piano e la frazione di Ciconia, quasi completamente alluvionati dalla piena record del fiume Paglia )

12 Nov. 2012 Alluvione della Maremma Grossetana ( elevati accumuli pluviometri  40 mm in 15 minuti,109 mm in 45 minuti, 134 mm in 60 minuti, fino ad un complessivo accumulo di 200 mm in quasi due ore.)

18 Nov. 2013 Alluvione in Sardegna ( 18 morti)

19 Gennaio 2014 Alluvione a Modena (sommersi dal secchia Bastiglia e Bomporto)

31 gennaio 2014 Alluvione a Ponsacco provincia di Pisa.

3 maggio 2014 Alluvione Senigallia e Chiaravalle ( esondano fiume Foglia e Misa)

8 Luglio 2014 Alluvione a Milano ( per un forte evento temporalesco esonda il Seveso)ù

21 Luglio 2014 Alluvione provincia di Lucca

2 Agosto 2014 Alluvione di Refrontolo( 4 morti)

Settembre 2014 Alluvione Gargano

20 Settembre 2014 Alluvione a Imola e Romagna

9-10 ottobre 2014 Alluvione a Genova

13 Ottobre 2014 Alluvione provincia di Alessandria ( ingenti danni)

13 Ottobre 2014 Alluvione a Parma

14 Ottobre 2014 alluvione a Orbetello Maremma Grossetana

5 Nov. 2014  Alluvione di Carrara Toscana

10 Nov. 2014 Alluvione Chiavari Liguria

15 Nov. 2014 Alluvioni a Genova-  Savona-Imperia_-Provincia di Alessandria e Milano

15 Sett. 2015 Alluvione in Val Nure e Val Trebbia Piacenza.

 

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Magda Piacentini
Load More In Attualità

Check Also

PERCHE’ UNA FIRMA A M3V?

Mi è veramente difficile tacere in questa situazione, ...

Cerca

Facebook