Politica

Un parlamentare arrestato continua ad essere pagato dai cittadini fino a quando non sarà decaduto

LaCastadellarepubblicaI parlamentari arrestati e quelli che sono sottoposti a procedura di decadenza per incompatibilità o ineleggibilità, continueranno ad essere pagati dalla Camera fino a quando saranno titolari del seggio. L’ufficio di presidenza della Camera ha respinto a larga maggioranza la proposta del Movimento 5 Stelle di sospendere temporaneamente l’indennità fino alla cessazione delle misure cautelari.

L’ufficio di presidenza della Camera reputa sia indispensabile un intervento legislativo, mentre il Movimento 5 Stelle ritiene che la sospensione sia un provvedimento temporaneo e non definitivo, e visto che non vi sono precedenti, tutto questo poteva essere risolto con un po’ di buon senso.

Malgrado in passato sia stato fatto un referendum che aveva sancito la fine del finanziamento pubblico ai partiti, e che anche nel febbraio scorso sia stata approvata una legge che ne sanciva nuovamente l’abolizione, ma non subito naturalmente visto che scatterebbe nel 2017, la casta non si smentisce, infatti non chiude mai completamente le porte altrimenti il ladro come fa a scappare, tenendosi tutto il tempo per fare giochini di ogni genere sino a far divenire le acque torbide, elemento fondamentale per questi “pesci” da pantano.

Ci mangiano vivi con la loro corruzione che ha raggiunto livelli inimmaginabili, visto che quello che emerge è sicuramente solo la punta di un iceberg, per non parlare di tutti i privilegi che godono in un parlamento ormai di nominati che non debbono fare altro che pigiare un tasto per votare ciò che è già stato deciso dai poteri forti.

Si vede che non basta, e la politica ha perso una buona occasione di dare una immagine di se un po’ più umana, che bisogno c’era di trincerarsi dietro delle norme per non togliere uno stipendio a chi è agli arresti domiciliari o nelle patrie galere?

Invece i partiti che a parole lottano contro la corruzione, che auspicano trasparenza e tagli alle spese, vivono di slogan senza mai concretizzare, tanto il tempo cancella la memoria che in questo paese ormai nessuno possiede, e i politici ancora meno.

Le riforme non si fanno, Renzi dopo la promessa di una riforma al mese è ancora insabbiato nella prima, quella riforma elettorale che ancora deve nascere, la spesa pubblica aumenta sempre più e la filiera della corruzione è senza freni in un paese che sta andando alla malora senza che nessuno di questi personaggi abbia un moto, un rigurgito di vergogna nel restituire il maltolto.

Quindi se un parlamentare va in galera e non è ancora decaduto noi cittadini continuiamo a pagarlo… che ci volete fare qui bisogna fare i filosofi, panta rei, tutto scorre… nelle tasche di queste cavallette ingorde.

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Graziano Fornaciari
Load More In Politica

Check Also

Il pianeta Terra è sempre più devastato

Le foreste secche del Gran Chaco sono la ...

Cerca

Facebook