Notizie

Primarie PD a Modena, accusa di irregolarità sul voto

primarie del pdPulman carichi di stranieri istruiti su dove mettere la x, in cambio rimborso sul costo della votazione e pranzi pagati.

A raccontarla non ci si crede, ma quello che sembra più una parte tagliata dal copione di un film di Don Camillo e Peppone, piuttosto che una situazione normale, è accaduta veramente.
Siamo a Modena e dopo la vittoria alle primarie del PD, di Gian Carlo Muzzarelli, esponente della parte più a sinistra del partito, è scattata la polemica su presunti brogli ai seggi elettorali.

La denuncia è partita da uno dei tre candidati alle primarie per diventare il candidato sindaco targato PD alle imminenti elezioni, e più che di brogli, si potrebbero definire imbrogli, o meglio impicci, pasticci ecc..
Pare che il consigliere comunale Maurizio Dori, ex finanziere ma ora alfiere del candidato sindaco Muzzarelli, abbia invitato numerosi esponenti della comunità filippina della città a pranzi offerti in cambio di voti.
A confermarlo c’è anche la testimonianza di Gregorio Mendoza, leader della comunità filippina a Modena e presidente dell’Associazione Lavoratori Filippini del comune di Modena.

Mendoza ai microfoni dell’agenzia DIRE dice che si trattava di pranzi domenicali in cui al termine gli invitati venivano portati a votare Muzzarelli e gli veniva rimborsato il costo dei due euro richiesti al seggio.
Riguardo al rimborso, Mendoza dice di non avere prove ma sostiene che numerosi suoi connazionali gli anno riferito che “Quando davi a mano per salutare c’erano già dentro i due euro che dovevano essere poi versati al momento del voto”.

Maurizio Dori smentisce le accuse e si difende affermando di non aver mai agito nessuna forma di organizzazione del voto, “solo un pranzo è stato organizzato alla presenza di Muzzarelli e presso un noto ristorante dove il prezzo del pranzo era di 13 euro”.
-Agenzia DIRE-

La vicenda la chiude il segretario comunale Andrea Sirotti, “Le primarie sono finite. Il voto è stato regolare”.
Infatti la decisione di rendere valida la votazione è stata presa dal Comitato Organizzatore e dal Collegio dei Garanti, riunitosi Lunedì 3 Marzo per esaminare il caso.
Ora Modena può dormire sogni tranquilli, per fortuna tutto è stato risolto, e finalmente possiamo goderci un bel piatto di tortelloni in attesa della campagna elettorale per aggiudicarsi la poltrona di sindaco di Modena.

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Davide Mantovani
Load More In Notizie

Check Also

I parassiti vanno estirpati evitando che trovino di che nutrirsi

I parassiti si debellano efficacemente tenendo puliti gli ...

Cerca

Facebook