Alimentazione & Stile di vita, Attualità

Sono oltre 22mila le specie animali a rischio estinzione

La causa è come sempre il consumo di ingenti risorse naturali e uno stile di vita non rispettoso nei confronti della Natura da parte dell’uomo.nature-213364_640

Più che una preoccupante ipotesi futura è ormai una realtà con cui fare i conti quella che l’Unione Mondiale per la conservazione della Natura (IUNC), ha notificato aggiornando la sua lista rossa delle specie animali a rischio estinzione.

Gli animali individuati sono molti, oltre 22mila specie, e rischiano di essere spazzati via per sempre a causa delle attività umane come la pesca, il disboscamento, le estrazioni minerarie e l’agricoltura. Attività che sempre più spesso non sono rispettose e compassionevoli nei confronti del Pianeta, un po come se il Mondo in cui siamo fosse un gigantesco ed inesauribile distributore di merendine; niente di più irragionevole e stupido.

La riprova del disastro, generato da questo continuo, folle modo di vivere e sfruttare il Pianeta, è sotto i nostri occhi ogni giorno, Julia Marton Lefevre, direttore generale dello IUNC, avverte che il Pianeta Terra sta perdendo la sua incredibile biodiversità proprio per un crescente appetito di risorse da parte degli esseri umani e che solo attivando aree protette riusciremo ad invertire questo trend.

Sono d’accordo per le aree protette, potrebbe essere un buon inizio, tuttavia è meglio arrivare ad uno stato di cose in cui non c’è una parte che si può distruggere e una no, tutto deve essere preservato e curato, insomma si tratta di scegliere consapevolmente in che tipo di Mondo si vuole vivere.

Di certo la coscienza umana sta viaggiando molto velocemente verso un bivio: o continuare a devastare come fameliche cavallette ogni cosa, oppure evolvere, iniziando a considerare seriamente un modo diverso di vivere, compassionevole, innocuo e rispettoso verso la Vita in ogni sua manifestazione. Il Mahatma Gandhi aveva parlato di questo bivio e della necessità di una evoluzione umana affermando:” Nel mondo c’è quanto basta per le necessità dell’uomo, ma non per la sua avidità”
.
Quindi è importante identificarsi con uno stile di vita che difenda la Vita, traducendo questo concetto in una pratica quotidiana in ogni piccola azione svolta durante l’arco della giornata, scegliendo prodotti alimentari a filiera corta, incentivando l’uso dei mezzi di trasporto ecologici, differenziando i rifiuti, etc..

Il lavoro da fare è grande, si tratta di rivoluzionare la nostra vita perché diventi meravigliosa come il Mondo che ricostruiremo partendo proprio da noi.

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Davide Mantovani
Load More In Alimentazione & Stile di vita

Check Also

I parassiti vanno estirpati evitando che trovino di che nutrirsi

I parassiti si debellano efficacemente tenendo puliti gli ...

Cerca

Facebook