Notizie, Politica

Tutte le classifiche condannano il paese Italia

Fonte foto: www.prosperity.com

Fonte foto: www.prosperity.com

Questa benedetta ripresa proprio non vuole mostrarsi, strano, con una classe politica di primordine come quella che abbiamo dovrebbe essere un gioco da ragazzi uscire da questo pantano sempre più simile alle sabbie mobili. Invece non è così, e d’altra parte come potrebbe essere altrimenti con questi personaggi, i quali ti fanno pensare male per forza, con il risultato di prenderci, come recita un antico adagio.

Una politica avida e servile sta portando al Monte di Pietà questo paese, smembrandolo e svendendolo a tranci con operazioni di bassa macelleria che stanno togliendo i diritti acquisiti faticosamente negli anni, facendoli svanire come neve al sole. Siamo un paese alla deriva, e malgrado le parole ipnotiche di Renzi è ormai evidente il suo ruolo di pifferaio che, come nella fiaba dei Grimm, vuole farci annegare nel fiume, in questo caso delle sue bugie.

Ce lo comunica anche l’indice basato sul benessere realizzato dal Legatum Institute che pone l’Italia in una posizione quantomeno imbarazzante, che dovrebbe almeno far arrossire questi personaggi senza vergogna. Pura utopia naturalmente, perché questi individui hanno ormai aderito ad un mondo alieno a questa umanità, facendo scivolare sempre più l’Italia nel baratro.

In questa classifica il paese Italia si posiziona alla 37esima posizione, unico paese europeo assieme alla Grecia fuori dai primi 30 posti dove a svettare al primo posto è la Norvegia. Le cause secondo questa ricerca sono dovute al costante declino di quattro settori: economia, governo, libertà ed educazione.

Questa ricerca è impietosa e ci indica elementi allarmati:

  • Solo il 3,1% degli italiani pensa che l’Italia sia un buon paese per trovare un lavoro.
  • L’Italia è fanalino di coda in Europa per quanto riguarda il principio di legalità e la qualità del sistema governativo. Inoltre, il livello di corruzione percepita è fra i più alti del mondo (89,8%).
  • L’Italia sta diventando un paese sempre meno tollerante verso gli immigrati e le minoranze, inoltre, solo il 50% degli italiani nel 2014 sono soddisfatti della propria libertà di scelta.
  • L’Italia è il fanalino di coda come spesa in ricerca e sviluppo.

Dati che si sommano ad altri dati che ci danno la misura di un disastro annunciato, eppure gli slogan si sprecano e i fatti continuano ad essere assenti. Questi sono alieni, altrimenti come si potrebbe giustificare tanta distruttività in loro, compreso il totale disinteresse per tutto ciò che è umano?

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Graziano Fornaciari
Load More In Notizie

Check Also

Il pianeta Terra è sempre più devastato

Le foreste secche del Gran Chaco sono la ...

Cerca

Facebook